Clamoroso – FIOM: Segreteria dimissionaria

La segreteria della Fiom è formalmente dimissionaria. Il colpo di scena è andato in onda ieri al termine del Comitato centrale chiamato ad approvare l’ultima proposta di
Maurizio Landini: riaprire la trattativa con Federmeccanica, Fim e Uilm sulla base di un piano di defiscalizzazioni del salario e investimenti in industria di qualità. La votazione si è svolta, però, sulla base di tre documenti: 92 voti sono andati a quello presentato dal segretario, 30 alla minoranza congressuale legata a Susanna Camusso e 13 alla nuova sinistra interna che fa riferimento a Sergio Bellavita ed è legata a Giorgio Cremaschi. La mossa di Bellavita, che ha rotto l’accordo di maggioranza, ha spinto gli altri due membri della segreteria, Giorgio Airaudo e Laura Spezia, a dimettersi e a far decadere l’attuale vertice. Adesso sarà Landini
a indicare i membri della nuova segreteria, della quale non farà più parte alcun memebro della sinistra interna cremaschiana. A far precipitare l’equilibrio raggiunto nell’ultimo congresso, hanno contribuito le recenti contestazioni a Landini avvenute a Bergamo e Taranto, provenienti anche da pezzi della Fiom vicini a Bellavita e Cremaschi.

via Il Fatto

Potrebbero interessarti anche...