Guide – Cos’è la riserva N? Di Cinzia Fruscione

La riserva N è destinata alle persone in età lavorativa affette da minorazioni fisiche, psichiche o sensoriali e ai portatori di handicap intellettivo, che comportino una riduzione della capacità lavorativa superiore al 45 per cento, accertata dalle competenti commissioni per il riconoscimento dell’invalidità civile in conformità alla tabella indicativa delle percentuali di invalidità per minorazioni e malattie invalidanti approvata, ai sensi dell’articolo 2 del decreto legislativo 23 novembre 1988, n. 509, dal Ministero della sanità sulla base della classificazione internazionale delle menomazioni elaborata dalla Organizzazione mondiale della sanità;
(Gazzetta Ufficiale n. 68 del 23 marzo 1999 – Supplemento Ordinario n. 57)
Nel mondo della scuola il Ministero è tenuto ad assumere lavoratori disabili nella misura del 7% (art 3 comma 1)
La riserva è da calcolarsi sull’organico di diritto di una determinata classe di concorso.
Esempio di calcolo: A043 organico di diritto 200 docenti, riserve in servizio 10.
Quota del 7%  14 docenti disabili
Per la saturazione della quota mancano 4 docenti
I lavoratori riservisti potranno essere assunti sia a tempo indeterminato che determinato ed avranno diritto sino al 50% dei posti sino alla saturazione di essa. Sceglieranno la cattedra alla fine della convocazione sempre che non siano in possesso della legge 104.
Es: Il Ministero ordina 4 immissioni in ruolo per la classe di conc. A043. La riserva non è satura e quindi il 50% dei posti sarà destinata ad essa. 2 posti saranno attribuiti per ordine di Graduatoria ad esaurimento (o del concorso ordinario) e 2 alle Riserve N che possiedono una loro graduatoria in base al punteggio (titoli) che hanno maturato nella loro carriera scolastica.
I rimanenti posti potranno essere destinati ai lavoratori a tempo determinato i quali potranno scegliere anche lo spezzone orario.
Cosa serve per ottenere l’iscrizione alle liste speciali dell’Ambito Territoriale per la PRIMA VOLTA
Copia del verbale rilasciato dall’AUSL
Copia dell’avvenuta iscrizione al collocamento obbligatorio
Copia dell’iscrizione all’Ufficio provinciale del lavoro (uff di collocamento della propria città)
Dichiarazione di disoccupazione ove compaiono i dati personali, di aver prestato al massimo nell’ANNO SOLARE 8 mesi di lavoro o di avere 8000 euro di reddito
Copia di un documento di riconoscimento
Nelle copie fotostatiche scrivere: Copia conforme all’originale
Mentre sino all’anno scorso il disabile poteva inserire la riserva N all’apertura delle Graduatorie ad esaurimento dal 04 luglio il Ministero Chiappetta con nota Prot. n. AOOODGPER 5096 del 04 luglio 2012  ha ritenuto  opportuno estendere il possesso del requisito dell’iscrizione alle liste speciali del collocamento obbligatorio al 10 luglio 2012.
( Cinzia Fruscione)

Potrebbero interessarti anche...