Italia – Fra 20 anni la metà dei lavoratori sarà analfabeta, l’allarme lo lancia il presidente dell’Istat

L’allarme lo ha lanciato il presidente dell’Istat, Enrico Giovannini, che in occasione del convegno: ”Il domani d’Italia”, organizzato dai cattolici del Pd, ha detto: ”Da cattolico non posso che dire che abbiamo davanti questioni rilevanti: il 44% dei ragazzi immigrati non finisce la scuola dell’obbligo, questo vuol dire che tra 20 anni una quota molto consistente della forza lavoro italiana rischia l’analfabetismo”.
”Dobbiamo riuscire a trovare soluzioni che ci consentano soluzioni sostenibili.
Il fatto che oggi oltre 2 milioni di giovani non studiano e non lavorano e’ gia’ un problema, bisogna capire come, in futuro, questo diventera” sostenibile”.

Peccato che il PD appoggi (o non contrasti a dovere) le politiche che hanno visto la distruzione dell’Istruzione. I tagli derivati dalla legge 133 certamente contribuiranno alla deriva analfabeta del nuovo millennio.
Probabilmente l’analfabetismo forse tornerà utile a quei politici e/o gruppi di potere intenzionati a non garantire ai cittadini quei diritti elementari che uno Stato democratico dovrebbe erogare.

Potrebbero interessarti anche...