Concorso ordinario 2012 – Può partecipare il personale educativo di ruolo ma non i docenti di religione a tempo indeterminato, lo chiarisce il MIUR

Nel corso dell’incontro di oggi al MIUR ci è stato precisato che la schermata relativa alla dichiarazione dei titoli di accesso contiene anche le lauree specialistiche e magistrali che invece il bando non prevede come titoli validi. Pertanto la dichiarazione del possesso di tali titoli, in assenza di abilitazione ovvero di laurea conseguita entro gli anni accademici previsti dal bando, sarà motivo di esclusione nel momento in cui gli uffici scolastici regionali verificheranno il possesso dei requisiti necessari per l’accesso. Diversamente da quanto accade per il personale di ruolo in questi casi il sistema non prevede “blocchi” nè tanto meno comunicazione immediata tramite mail di esclusione.

Sulla possibilità di partecipazione al concorso da parte del personale educativo e degli insegnanti di religione a tempo indeterminato il Dott. Chiappetta così si è espresso:
– il  personale educativo a tempo indeterminato può partecipare in quanto non appartenente al ruolo docente
– gli insegnanti di religione cattolica, invece, in quanto docenti a tempo indeterminato non possono partecipare al concorso.

Nelle circostanze in cui i percorsi di laurea siano stati integrati con esami singoli aggiuntivi per acquisire il piano di studi richiesto come titolo di accesso all’insegnamento, vale la data di conseguimento della laurea e non la data di acquisizione dei singoli esami.

E’ evidente che queste rettifiche e integrazioni delle procedure sono frutto della fretta con cui il ministero sta gestendo questo concorso.

Cisl-Scuola

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. Liborio Butera ha detto:

    Grazie, provvedo a correggere il refuso.