Lo strano caso dei docenti precari di ‘ Strumento’ nei Licei Musicali

Nell’indifferenza più totale sta prendendo forma  una delle più assurde e incomprensibili  ingiustizie in materia di reclutamento nei nuovi Licei Musicali.Come si poteva facilmente prevedere,la nuova formulazione del comma 8 dell’art.6 bis del CCNI del 23 Agosto (Utilizzazioni), ha causato una valanga di richieste di utilizzazione da parte dei docenti della 77/A (Strumento nella Scuola Media) che ha letteralmente ‘buttato fuori’ tutti quei docenti precari impegnati negli anni scorsi negli ex-Magistrali e negli stessi Licei.Inutile ricordare che detti docenti della 77/A risultano essere  regolarmente di ruolo nelle loro scuole,NON IN POSSESSO dei requisiti specifici necessari, e non sono nemmeno in esubero.Sfugge la logica di questa decisione  presa in totale ‘armonia’, Sindacati e MIUR. .Sgomenta il fatto che  chi dovrebbe provvedere alla stabilizzazione e tutela dei docenti storicamente ‘precari’ abbia sottoscritto,avallato,imposto questa formulazione del comma 8,infischiandosene delle gravi ricadute occupazionali che possono sfociare, come purtroppo abbiamo visto, anche nella perdita della vita (Carmine Cerbera). Ci domandiamo in quale Paese civile si possano adottare simili provvedimenti,in barba ad ogni diritto elementare o del comune buonsenso, obbedendo solo a logiche sindacali.Noi precari storici abbiamo tutte le carte in regola per poter aspirare alle tipologie d’insegnamento previste dai nuovi Licei Musicali,visto che le stesse sono valse nei due anni precedenti.A questo punto vorremmo sapere se,in vista delle consultazioni sul nuovo CCNI (Utilizzazioni) 2013-2014, le parti interessate intendono ripetere la medesima versione della stesura del contratto oppure modificarla. Se dovesse ripetersi una tale decisione,saremmo davanti a una presa di responsabilità  gravissima, dolosa, dove non si farebbe altro che confermare quanto di peggio si possa dire su questa classe dirigente,abituata a perseguire interessi di parte e clientelari, indifferente alla risoluzione del problema del precariato,attenta solo a tutelare gli interessi dei suoi iscritti ed affiliati.Aspettiamo fiduciosi che qualcuno prenda a cuore questa ed altre situazioni,trovando soluzioni tendenti  alla stabilizzazione del personale precario,salvaguardando  la continuità didattica.

DOCENTI PRECARI DEI LICEI MUSICALI DELLA PROV.BARI

Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. elisa ha detto:

    É ovvio che i sindacati hanno preferito tutelare chi ha uno stipendio fisso e può continuare a mantenere l’iscrizione. ..bisogna assolutamente correggere questa assurdità e ricorrere..