“La prevenzione dei tumori parte anche da tavola”

E’ il messaggio di Coldiretti Vercelli Biella nella Giornata Mondiale contro il Cancro
​​
VERCELLI/BIELLA, 4 febbraio – La prevenzione contro i tumori parte anche da una sana alimentazione, “ed è importante conoscere quali sono i cibi salutari in grado di aiutare ad abbassare i fattori di rischio”.
In occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro, che si tiene oggi (4 febbraio), Coldiretti Vercelli Biella intende sensibilizzare i consumatori su un tema pur delicato e complesso, ricordando che “purtroppo uno stile alimentare non adeguato è uno dei fautori dell’insorgenza tumorale, che in Italia annovera 420.000 nuove diagnosi ogni anno, con un trend in aumento”.
In provincia di Vercelli la situazione non è migliore: il “rischio cumulativo” dell’insorgenza tumorale (ovvero la possibilità di sviluppare una qualsiasi forma di cancro calcolando un’età da 0 a 84 anni) è del 35%, pari a circa un cittadino su tre.
Una dieta errata è causa di insorgenza tumorale nel 30% dei casi, un dato pari a quello del tabagismo e dei fattori di ereditarietà (il restante 10% delle cause si suddivide in infezioni, rischi professionali, obesità, alcool, raggi Uv, droghe, inquinamento ed altro).

“Aiutiamoci a star bene e, per quanto possibile facciamo prevenzione a tavola” sottolinea la Coldiretti interprovinciale, che precisa come anche l’agricoltura del territorio di Vercelli e Biella sia “ricca di prodotti che, secondo gli studi, hanno proprietà benefiche per l’organismo”: va innanzitutto consigliato il consumo di frutta e verdura, in primis frutti rossi e di bosco (come i “nostrani” ribes, fragole, mirtilli) e le verdure “colorate” gialle, verdi, arancio e rosso scuro. Benissimo anche ciliegie e kiwi, questi ultimi ricchi di Vitamina C e prodotti in ampie aree delle due province di Biella e Vercelli.
Promossi a pieni voti anche broccoli, cavolini di Bruxelles e cavolfiori, che appartengono alla famiglia delle crucifere e che, grazie all’indolo 3c carbinolo, sono ritenuti un ottimo alleato nella prevenzione.
Consigliati anche carote (ricche di antiossidanti) e spinaci (che contengono vitamina A, C, E, K e B6). Bene anche piselli, che sono ricchi di fibre e proteine vegetali, oltrechè ricchi di antiossidanti e fitoestrogeni.

“E l’elenco potrebbe continuare, ed è bene rivolgersi con fiducia al proprio medico chiedendo consigli utili e bilanciati per un’alimentazione sana ed appropriata” sottolineano il presidente e il direttore di Coldiretti Vercelli Biella, Paolo Dellarole e Domenico Pautasso: “Qui sopra abbiamo voluto fare alcuni esempi di cibi “positivi” prodotti sul territorio, ovviamente senza alcuna pretesa di volersi sostituire alla scienza e alla medicina, soprattutto quando si parla di un argomento così serio, delicato e complesso come la lotta al cancro.
Va quindi sottolineato che la prevenzione comincia anche a tavola, perché è noto che una buona e sana alimentazione può essere un utile alleato in una quotidiana prevenzione. E’ un tema a cui noi tutti dobbiamo pensare, con la dovuta attenzione, nella quotidianità”.

Potrebbero interessarti anche...