Campagna Amica cresce sul territorio e il 18 maggio inaugura a Cavaglià il nuovo Agrimercato: “Rintracciabilità e qualità sono le carte vincenti”

VERCELLI/BIELLA, 15 maggio – Aprirà il 18 maggio e verrà riproposto ogni terzo sabato del mese il nuovo Agrimercato di Campagna Amica di Cavaglià, in piazza Ponteri.

Qui le famiglie potranno trovare, al giusto rapporto qualità prezzo, frutta, verdura, salumi, formaggi, miele, e tante altre specialità ovviamente tutte di stagione e “a filiera corta”.

La vendita diretta presso i Mercati Agricoli e la rete di Campagna Amica garantisce ai consumatori di potersi approvvigionare di prodotti di qualità e di avere un buon rapporto tra prezzo e qualità: del resto, dalla Bassa del Vercellese alle Alpi biellesi, passando per le “terre di mezzo” della Baraggia, il paniere agroalimentare del territorio offre una varietà di prodotti eccellenti e di tradizione” dice il presidente di Coldiretti Vercelli Biella Paolo Dellarole.

L’agricoltura “tipica e a chilometro zero” è «un segmento vincente del settore primario che, in pochi anni, ha saputo dare ottimi risultati anche sul territorio di Vercelli e Biella», come ribadisce il direttore della Coldiretti interprovinciale Domenico Pautasso che sottolinea come “l’espansione sul territorio degli Agrimercati di Campagna Amica sia il segno di una formula vincente e sempre più apprezzata dai cittadini consumatori che si rivolgono con fiducia alla prima e principale rete creata dagli imprenditori agricoli italiani”.

Una realtà ben presente nelle due province che sono state al centro, in questi anni, di un trend crescente: sul territorio sono nati di una quarantina di “Punti Campagna Amica” ai quali si aggiungono gli spacci aziendali non ancora accreditati nel circuito stesso; inoltre, le province di Vercelli e Biella possono contare su una ventina di agriturismi associati a Coldiretti e a quattro agrimercati, che si tengono mensilmente a Vercelli (ogni quarto sabato in piazza Cavour), Biella (seconda domenica del mese presso i giardini Zumaglini), Borgo d’Ale (ogni terza domenica presso il mercato dell’antiquariato) e Cavaglià (quest’ultimo, come scritto sopra aprirà il prossimo mese di maggio e si terrà ogni terzo sabato in piazza Ponteri).

Essi sono parte di una rete alla creazione di 7.000 punti di vendita diretta: “I nostri mercati di Campagna Amica, insieme agli agriturismi e ai punti vendita, stanno creando nuove economie e nuova occupazione rappresentando nel contempo un formidabile strumento di coesione sociale, animazione sociale ed educazione alimentare, perché ricreano un legame profondo tra consumatore e produttore, tra il luogo di consumo e il luogo di produzione, tra città e campagna”.

L’obiettivo principale rimane il rilancio della relazione tra produttore e consumatore, creando interesse per la scoperta delle peculiarità, spesso sconosciute o poco note, del “territorio locale”. Al consumatore viene in tal senso certificata l’assoluta qualità di ciò che acquista, con il produttore che si espone in prima persona a confermare provenienza, tracciabilità e salubrità dei prodotti, anche sulla base del preciso regolamento/disciplinare stabilito dai “Mercati di Campagna Amica”.

Potrebbero interessarti anche...