RENZI e i suoi 1000 giorni.

E’ ancora in corso l‘intervento al  Senato di RENZI, si mostra severo con i Senatori, cosi come lo è stato nella camera dei deputati, parla di RIFORME, di ritorno alla grandezza per l’ITALIA, parla di  ECONOMIA ,  di  EUROPA ,  di mercati globali, del mercato del lavoro, del settore industriale, riforme per  rilanciare questi settori, cita come fa spesso la legge elettorale e la riforma sulla GIUSTIZIA. parla anche di dignità mancata per alcuni, di dignità per chi ama la politica, ma in pratica chiede di arrivare alla fine della legislatura, minaccia le elezioni anticipate,  accusando  i parlamentari, se ciò avvenisse, di  evidente incapacità  nel produrre il bene del nostro PAESE, attraverso le riforme.

Io voglio pensare che il termine dei 1000 giorni sia un avvertimento all’UNIONE EUROPEA a non accelerare o meglio a fermarsi un pò sul FISCAL COMPACT, TRE ANNI DI TEMPO per fare le riforme senza austerità, forse sarebbe l’unica strada per recuperare,  sul PIL  e ciò e anche nell’interesse dell’EUROPA  e sopratutto della GERMANIA

Discorso complessivamente positivo come del resto doveva essere, l’arte oratoria è indispensabile  per chi vuole essere LEADER,  in lui questa capacità è evidente, mancano ancora le capacità attuative delle idee, speriamo in positivo.