Light Notebook l’app che rivoluzionerà la comunicazione e manderà in soffitta le e-mails e whatsapp

L'APP LIGHT NOTEBOOK
Light Notebook è una nuova app utilizzabile sia su sistemi Android che Ios, ma anche direttamente dal personal computer ed è destinata a rivoluzionare il concetto di comunicazione. Secondo l’inventore Paolo Schellino, brillante giovane imprenditore biellese, questa app non solo è destinata a sostituire gli attuali strumenti in uso, ma addirittura permetterà di scrivere un diario virtuale e di tramandarlo poi agli eredi. Una sorta di identità digitale primaria che potrà poi diventare anche il testamento digitale che non si limiterà a trasferire username e password, ma l’intero diario scritto durante la propria vita. Questo, tuttavia, è l’aspetto finale, la vera rivoluzione è costituita dalla messaggistica, è riuscito a fondere assieme sia la messaggistica breve che le mail, catalogando ogni discussione per titolo senza dover aprire, come avviene oggi, la mail. Questa ituizione velocizzerà parecchio la comunicazione e lo scambio di materiali (file allegati) il tutto grazie anche ad un disco cloud storage gratuito di 2,5 Gb. In rete non vi è nulla di simile.

A livello lavorativo gli insegnanti potrebbero sfruttare l’idea e applicarla in classe con gli alunni aumentando e favorendo così, la comunicazione e lo scambio di materiale didattico, il tutto a portata di smarphone, strumenti ormai diffusissimi, ma in essenza di uno telefonino di ultima generazione si può far ricorso al buon vecchio PC. Inoltre, le segreterie scolastiche credo possano sfruttare al meglio l’idea: trasferendo da un ufficio all’altro materiale, posta protoicollata, cartelle allievi tutto ciò “fast” ed “easy” rispettando i dettami della dematerializzazione e la privacy. Light Notebook non è un social, è un circuito protetto e chiuso, vi può accedere soltanto chi ha le chiavi. Nel video tutorial allegato, l’inventore ne spiega dettagliatamente le funzionalità.

Consiglio ai lettori di A Ruota Libera e in particolare ai colleghi docenti ed ATA, di scaricare l’applicazione, che è assolutamente gratuita e di farne l’uso che meglio si crede, ovvero di utilizzarla per il lavoro oppure per la vita privata.
Chi ha uno spartphone con sistema android può collegarsi al proprio play store e scaricarla lo stesso potrà fare chi ha il sistema dell’Apple IOS. Segnalo inoltre l’utilissima pagina Facebook.

Di seguito propongo due video, il primo è un’esclusiva nazionale, anzi europea, e si tratta dell’intervista rilasciatami da Paolo Schellino. Il secondo è il tutorial realizzato direttamente con l’autore.

IL TUTORIAL

Potrebbero interessarti anche...