You Tube “Symphony-òrchestra”, un vero spettacolo!

You Tube rappresenta una vera e propria miniera per gli utenti che vogliono ottenere visibilità nel mondo del web. E se si pensa che chiunque può farlo, spesso capita, tra le tante, di dover fare i conti con giovani che fanno delle bravate inutili e pericolose pur di ottenere un momento di gloria a livello planetario.
Fortunatamente, come in tutte le cose, c’è sempre il rovescio della medaglia e You Tube non è solo un luogo di perdizione, come tanti giornalisti ultimamente hanno cercato di far credere. C’è chi come ”Impeto” ha fatto del “Tubo” più famoso al mondo un modo per unire le sinapsi umane di tutto il pianeta terra. La sua idea è piaciuta talmente tanto che i suoi lavori sono risultati essere tra i più visti (in totale 11 milioni di visite, un numero incredibile!).

Avendoli personalmente apprezzati ed essendo in contatto con lui, non potevo esimermi dal presentare qui i suoi “collages” video-musicali.

L’idea è nata circa un anno e mezzo fa. Navigando su You Tube, come egli stesso ha detto, è incappato per puro caso nella canzone “Canon Rock” , versione rock (arrangiata da JerryC di Taiwan) di “Canon in D” di Johann Pachelbel.

In quel momento decise di cercare diverse versioni del brano rock e apparvero vari video di chitarristi che si erano cimentati nel suonarlo. A questo punto dopo averne scelti 39 (quindi 39 video con altrettante tracce musicali) e dopo aver importato il tutto in un programma, li mise assieme ad “orecchio”, creando “Ultimate Canon Rock” . La caratteristica di tale montaggio è lo scambio audio “dolce” tra un chitarrista e l’altro, per non creare alcuno strappo percepibile ad orecchio. Il video è stato visto da 5 milioni di persone e messo in prima pagina da Youtube. Inoltre anche il New York Times se ne è occupato, scrivendo un articolo in proposito.

Da qui l’idea di caricare altri video con un comune denominatore: “Ultimate” (ad esempio “Ultimate I’m Alright” con più di 130 “elementi”).

Ma “Impeto” ha proseguito con delle vere e proprie collaborazioni planetarie, ottenendo sempre più maggiore visibilità e successo tra i patiti (e non solo) del web e di Youtube.

Nel suo canale attualmente sono presenti 9 video. Tra questi la cover “Moon river”, tratto da “Colazione da Tiffany”, in collaborazione con una ragazza di Taiwan “gaspard128”.

Ricordo un aforisma di Oscar Wilde, che cito di seguito.

“L’arte non deve mai tentare di farsi popolare. Il pubblico deve cercare di diventare artistico”. Anche se Wilde non apprezzava moltissimo la musica, definendo quella di Wagner “rumorosa”, nelle sue parole ha racchiuso comunque il vero significato intrinseco di un qualsiasi prodotto artistico. Cioè quello di rendere il pubblico parte integrante dell’arte in genere, superando barriere geografiche ed ideologiche attraverso le diverse espressioni artistiche.


Potrebbero interessarti anche...

Una risposta

  1. impeto ha detto:

    Ciao allora……ti ringrazio mille per questo bellissimo articolo ed anche per avermi risposto via e-mail dedicandomi il tuo tempo.
    Vorrei sottolineare una cosa di quello che hai scritto:
    “spesso capita, tra le tante, di dover fare i conti con giovani che fanno delle bravate inutili e pericolose pur di ottenere un momento di gloria a livello planetario.”

    Concordo pienamente! Spero di essere un piccolo esempio di cosa possa significare “fare qualcosa di orginale con poco” e senza doppi fini.

    Ti ringrazio Liborio

    ciao
    impeto