Precari scuola – Occupato l’ufficio scolastico provinciale di Palermo

In Sicilia non si placa la protesta del personale precario della scuola e dopo le manifestazioni agrigentine oggi è stata la volta di Palermo. I precari hanno occupato l’ufficio scolastico provinciale di Palermo: l’obiettivo – ci fanno sapere – è quello di ribadire fermamente il no ai tagli che hanno falcidiato la scuola pubblica. No al licenziamento di 7200 persone nella sola Sicilia, per non parlare delle altre regioni.

Ma è bene ricordare che la battaglia non riguarda solo i precari, ma la scuola in generale, infatti, i tagli toglieranno ore di insegnamento fondamentali per gli studenti, sia alle elementari, annullando di fatto il tempo pieno, sia alle medie, tranciando insegnamenti base tra cui l’italiano; i fondi di istituto saranno ridotti al lumicino e le attività laboratoriali saranno diminuite drasticamente con le conseguenze che tutti possiamo immaginare.


Potrebbero interessarti anche...