Etichettatura – L’Europa cede alle lobby alimentari e dice no!

Bruxelles stoppa l’Italia sulla legge sull’etichettatura. La Commissione Europea – riportano oggi Il Sole 24 Ore e Italia Oggi – con una lettera, firmata da John Dalli e Dacian Ciolos, al Ministro Galan ha chiesto di sospendere la norma varata perché di competenza dell’Ue che comunque sta già lavorando a un provvedimento in materia. L’Italia procedendo sulla sua strada infatti potrebbe incorrere nelle violazioni delle regole europee sulla concorrenza. La prossima data importante è il 14 febbraio quando si pronuncerà il Consiglio dei ministri della Salute.

La bocciatura di Bruxelles alla legge sull’etichettatura è stata commentata ieri in diretta alla trasmissione Decanter di Radio 2 da Paolo Massobrio e Paolo De Castro. “Una cosa mi preoccupa – ha detto Massobrio – ed è il fatto che, lontano dall’Italia, dove la legge e passata all’unanimità, le lobby facciano le loro pressioni per impedirci di conoscere. Lo stesso Consiglio dei ministri della Salute aveva bocciato la proposta di etichettatura per le suine nonostante il parere favorevole del Parlamento europeo. Se questa è l’Europa ci va stretta, se queste sono le regole, vanno cambiate”. Paolo De Castro ha invece assicurato che la legge europea in itinere terrà conto delle istanze italiane.

via Club di Papillon


Potrebbero interessarti anche...