Tagli – A Rischio i prodotti del “made in carcere” alias “made in jail”

I prodotti “made in jail” sono a rischio scomparsa. Dai cibi bio ai vini pregiati (che hanno conquistato anche i grandi gourmet) fino agli abiti sartoriali. Anche se a oggi sono molto diffusi, sembra che a causa dei tagli dei fondi e degli incentivi, molti di questi potrebbero sparire dal mercato. Un vero peccato visto che si tratta di quasi 500 articoli diversi, presenti sul sito del ministero e che stanno facendo breccia nel mondo dell’equosolidale. Il lavoro come mezzo di rieducazione e reinserimento sociale è quindi a rischio, nonostante consenta al 90% circa dei detenuti che ne usufruiscono di tornare nel mondo del lavoro una volta fuori. (Nella foto detenuti produttori di miele nel carcere di Sant’Angelo dei Lombardi. Foto tratta da l’Espresso)

via Club di Papillon

Potrebbero interessarti anche...