Attenzione al panino e a cosa c’è dentro

Cari amici, vi abbiamo raccontato spesso dei panini memorabili che amiamo gustare e che ci danno soddisfazione quasi come un pranzo. Ma questa mattina complice un’uscita frettolosa dalla nostra abitazione e trovandoci pertanto a stomaco vuoto siamo stati costretti per ragioni di tempo a consumare un panino con prosciutto cotto e formaggio presso un bar.

Il panino che abbiamo “ingurgitato” (perdonateci il linguaggio ma non riusciamo a trovare altri termini adeguati all’occasione) era composto da:

Pane: immaginate il pane fresco e appena fatto, quello con una bella crosta, quello del nostro panino era pane industriale congelato e scongelato al momento dell’utilizzo.

Prosciutto cotto: meglio sarebbe definirlo carne di suino salata, lavorata e cotta che con il prosciutto ha in comune solo il colore.

Formaggio: sottiletta insapore.

Ebbene cari amici, l’abbiamo ingurgitato perché avevamo fame e c’è poco altro da aggiungere.

Il cibo dovrebbe essere un piacere ma a questi livelli è semplicemente mangime che ci fornisce carboidrati, grassi e proteine. Una tristezza.

Fate attenzione a come sono fatti i panini perché a queste condizioni, è meglio portarseli da casa, costano meno e scegliete voi cosa metterci dentro.

Potrebbero interessarti anche...