Lo scontrino ti consegna alla storia!


Lo scontrino può diventare importante per gli storici oltre che per il fisco. Su La Stampa di oggi Emanuela Minucci racconta la curiosa vicenda della sala esagonale all’interno della Palazzina di Caccia di Stupinigi i cui affreschi sono rimasti per decenni senza un autore. Oggi è stato possibile attribuire l’opera con certezza a Giovanni Pietro Pozzo, proprio grazie a una ricevuta di pagamento rinvenuta nell’archivio storico dell’ordine Mauriziano e risalente a 248 anni fa. Della serie: uno scontrino per l’immortalità.

via Club di Papillon

twitter.com @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...