Vinitaly 2012 sarà più corto

La 46^ edizione del Vinitaly è stata svelata ieri a Milano nel corso di una conferenza stampa. Fra le novità salienti, un Vinitaly che cambia e si accorcia (dura quattro giorni, da domenica 25 a mercoledì 28 marzo) e sarà particolarmente orientato al pubblico degli operatori. Su La Stampa di oggi Paolo Massobrio ripercorre con il direttore generale di Verona Fiere, Gianni Mantovani, gli ultimi 25 anni di Vinitaly, dai ricordi più belli (la visita del presidente Napolitano) a quelli più amari (il titolo di un noto settimanale: Velenitaly). Sulle stesse pagine Roberto Fiori traccia il ritratto di una rassegna sempre più internazionale: oltre 4mila espositori ad attendere circa 150mila visitatori di cui un terzo operatori e giornalisti in arrivo dall’estero. Proprio questo ultimo dato riflette l’orientamento del settore enologico italiano: nel 2011 ha fatturato 14 miliardi di euro, di cui un terzo all’estero dove l’Italia si conferma leader di mercato con una quota del 22%. Nonostante i numeri, però, oggi di Vinitaly ne parlano solo La Stampa, Libero Mercato, Avvenire e il settimanale Panorama.

via Club di Papillon

twitter.com @liboriobutera

Potrebbero interessarti anche...