La deriva “liberal-democratico” del Partito Democratico

Riceviamo e pubblichiamo qui su A Ruota Libera due documenti programmatici del Partito Democratico che “smascherano” le dichiarazioni politiche rilasciate dai vari esponenti del partito. Ciò che è accaduto con le pensioni e ciò che sta accadendo con il ddl sul lavoro non sono rischi da prendere per la crisi, ma scelte strategiche di politica economica che solo dichiarazioni occasionali smentiscono, i documenti e i programmi del PD confermano queste scelte in tutta la loro ampiezza (vedi le dichiarazioni di Ichino in questi giorni).
Nel PD è in corso una deriva moderata che è ormai programma liberal-democratico (scusate la semplificazione), che si rafforza con una ulteriore riduzione degli spazi di democrazia e di agibilità politica nella società italiana e che si muove all’interno di una crisi, che pare insanabile, della politica.
Facce pulite e buone maniere non fanno la differenza, alleviano solo il disgusto; la differenza è fatta dalle politiche economiche e sociali alternative a queste. Se non ora quando? (E ciascuno si assuma le proprie responsabilità)

M.S

Scarica i documenti

Potrebbero interessarti anche...