Quanto costa realizzare un centesimo di euro? Sel Presenta mozione alla Camera

Dalla mozione presentata alla Camera da Sel ne abbiamo scoperte delle belle: produrre un centesimo costa 4 volte di più dello stesso valore della monetina. E’ vero poi magari si recupera con la produzione di banconote di grossa taglia, ma a questo punto è lecito chiedersi se davvero sia conveniente produrre quelli di piccolissima valuta oppure se non sia il caso di abolirle.

Sel: “Fare un centesimo ne costa quattro”
Quattro centesimi e mezzo per ogni moneta da 1 cent, 5.2 per quelle da 2 centesimi e 5.7 per quelle da 5. E’ questo il conto, “incredibile” secondo Sel, presentato alla Camera dei Deputati per la fabbricazione delle “monetine”

Roma, 05 Novembre 2013

Farli costa più, molto più di quanto valgono. Sono i centesimi di euro che, secondo i dati presentati da Sel alla Camera, valgono meno di quanto costa fabbricarli.

“I costi di fabbricazione di ciascuna moneta da 1 centesimo ammonterebbero a 4,5 centesimi; quelli di ciascuna moneta da 2 centesimi a 5,2 cent; quelli di ciascuna moneta da 5 centesimi a 5,7”.

Dall’introduzione dell’Euro a oggi, “la Zecca avrebbe fuso oltre 2,8 miliardi di monete da un centesimo, 2,3 miliardi di monete da 2 cent e circa 2 miliardi di monete da 5 cent, per un costo complessivo di 362 milioni di euro a fronte di un valore reale di 174 milioni”.

Sinistra Ecologia Libertà ha presentato allora una mozione alla Camera, primo firmatario il tesoriere nazionale, Sergio Boccadutri, e sottoscritta anche da deputati Pd, Scelta Civica, M5S, “sull’incredibile vicenda dei costi di fabbricazione delle monete da 1, 2, 5 centesimi”.

Potrebbero interessarti anche...