Salone del Gusto 2016 Open, le impressioni

Salone del Gusto 2016 Open – Torinosalone del gusto salone-open-africa salone-oper mappa-del-salone

Chi come me da anni partecipa alle edizioni del Salone del Gusto di Torino ospitate nello spazio di Lingotto Fiere, oggi si è trovato davanti ad una realtà completamente diversa: un Salone 2016 Open in tutti i sensi, ad iniziare dall’ingresso gratuito che è stata una delle novità tra le più gradite.

Terra Madre, presente in 150 Paesi e che in occasione del Salone del Gusto presenta le loro specificità, in questa edizione all’aperto ha trovato la sua naturale collocazione a contatto con la natura ospitale del Parco del Valentino. Così come tutti gli altri presidi Slow Food.

Il Salone Open – così amo definirlo – si gusta con più libertà, non se ne poteva più dell’ambiente “opprimente” del Lingotto. Le stesse delizie assumono un sapore diverso e passeggiare per il Parco con il Po sullo sfondo o per le vie di Torino degustando ogni ben di Dio credetemi ha il suo perchè.

Insomma oggi la mia visita è stata un po’ fugace, ma è bastata per promuovere a pieni voti questa edizione, senza dubbio un altro giro prima della chiusura è d’obbligo.

Potrebbero interessarti anche...