Natale, occhio alle frodi

A Natale si moltiplicano le frodi nel campo alimentare. Lo denuncia oggi un servizio di Gente che segnala come l’inganno più comune è proprio la proposta di un panettone industriale spacciato per artigianale. “Attenzione che ci sia la denominazione panettone – spiega Franca Braga di Altroconsumoe non un generico prodotto dolciario“.

Tra gli inganni più comuni compaiono poi la vendita di anguilla spacciata per capitone, la sostituzione del cappone con il tacchino e il solito trucco del pesce venduto con identità diverse, o ancora del caviale non ben identificabile. Infine molta attenzione nella scelta dei prodotti freschi e della materia prima come le uova: “Per verificarlo – suggeriscono i Nas – vale sempre il vecchio metodo del galleggiamento in acqua salata: meno l’uovo galleggia più è fresco“.

via Club di Papillon


Potrebbero interessarti anche...