Prende corpo la frammentazione dell’Italia: basta prof del Sud al Nord

La scuola “leghista” prende corpo, almeno nelle intenzioni. A far discutere è il disegno di legge presentato dal senatore “verde” Mario Pittoni. Il leghista, con la sua proposta, mira ad una forte territorializzazione delle procedure di reclutamento degli insegnanti. “I concorsi proposti sono su base regionale, ma il meccanismo è in linea con le norme nazionali ed europee, il testo è inattaccabile“, assicura Pittoni, che è capogruppo della Lega in commissione Istruzione al Senato.
Proposta che pare abbia una corsia preferenziale e che nei prossimi giorni sarà presa in seria considerazione dall’Esecutivo. Insomma la frammentazione si sta concretizzando. A quanto pare sono finiti i tempi del boom economico del Nord quando per istruire i figli degli operai che alla scuola e all’università preferivano la fabbrica, si faceva ricorso ai “cervelli” del Sud.

Per approfondire l’argomento vi proponiamo due articoli, uno a firma di Alessandra Migliozzi sul Messaggero [LINK]; l’altro su Repubblica a firma di Caterina Pasolini [LINK]

//

Potrebbero interessarti anche...