FEDERSALUS: gli integratori alimentari conformi alla normativa UE non possono contenere Alchilbenzene

Riportiamo qui su A Ruota Libera il comunicato stampa inviatoci da Federsalute in risposta al post pubblicato sulle nostre pagine circa lo studio condotto sull’Alchilbenzene (leggilo).

Milano, 7 febbraio 2012 – FEDERSALUS, Associazione rappresentativa delle aziende che operano sul mercato italiano dei prodotti salutistici, interviene in merito alla diffusione, a mezzo di numerose testate online, della notizia secondo cui una sostanza chimica potenzialmente cancerogena, l’Alchilbenzene, potrebbe essere presente come aromatizzante negli integratori alimentari in commercio nell’Unione Europea.
FEDERSALUS precisa che l’Unione Europea ha vietato l’uso dell’Alchilbenzene come aromatizzante per alimenti e integratori alimentari.
Per verificare quanto sopra è sufficiente consultare l’elenco degli aromatizzanti approvati dall’Unione Europea, disponibile all’indirizzo http://ec.europa.eu/food/food/chemicalsafety/flavouring/database/dsp_search.cfm, che fa fede sia per gli alimenti sia per gli integratori alimentari. L’assenza dell’Alchilbenzene da tale elenco comporta automaticamente la sua collocazione tra le sostanze vietate.
Alla luce di quanto sopra, FEDERSALUS intende rassicurare i consumatori sulla sicurezza e sulla salubrità degli integratori alimentari prodotti dalle aziende italiane ed europee, le cui formulazioni sono sottoposte a stringenti verifiche di conformità.
È da escludere, pertanto, la presenza di Alchilbenzene tra gli additivi o gli aromi presenti negli integratori alimentari in commercio attraverso i canali di distribuzione.

Potrebbero interessarti anche...