Congelato il passaggio degli ITP ex enti locali e degli inidonei nei ruoli ATA? Manca la firma del ministro

Si è appena concluso al MIUR l’incontro sulle problematiche relative al personale ATA.
Ad oggi non risulta firmato dal Ministro il decreto previsto dai commi 13 e 14 dell’art. 14 della legge sulla “spending review” relativo al passaggio ai ruoli ATA dei docenti inidonei e degli ITP C999 e C555.
Tenuto conto che si tratta di un decreto interministeriale che dopo la firma del MIUR dovrà avere anche quella del MEF e della Funzione Pubblica, è scontato che non sarà sicuramente pronto per il 1° settembre. Conseguentemente il MIUR intende predisporre una circolare che dia indicazione per coprire con supplenza i posti vacanti dei profili ATA per i quali al momento non c’è autorizzazione per alcuna nomina in ruolo.
Sulla questione assunzione in ruolo, il MIUR è fortemente intenzionato a riproporre, fin dalla prossima settimana, la questione dello “sblocco” delle assunzioni richieste (5.100) almeno per i profili non coinvolti dal transito forzoso.
Nel frattempo gli Uffici Scolastici Regionali saranno invitati a censire (nel giro di due giorni) gli ITP C999 e C555 privi di qualunque diploma di scuola superiore così da avere certezza di quanti posti di collaboratore scolastico debbano essere accantonati per detti passaggi.
Entro venerdì prossimo, 31 agosto, il MIUR sarà così in grado di “sbloccare” provincia per provincia il numero di posti vacanti di collaboratore scolastico da destinare immediatamente alle supplenze annuali.
Sui posti di assistente amministrativo e tecnico, al momento, i dirigenti scolastici potranno nominare dalle graduatorie di istituto solo fino all’avente titolo.
L’incontro è stato aggiornato al pomeriggio di lunedì 3 settembre. Nel pomeriggio di martedì 4 settembre, invece, è prevista la convocazione delle OO.SS. su concorso ordinario e TFA.

Cisl-Scuola

Potrebbero interessarti anche...