Maurizio Capobianco: la gola profonda di calciopoli

Memorizzate questo nome: Maurizio Capobianco, perché nei prossimi giorni ne sentirete parlare. Si tratta di un ex dirigente juventino. Si dice ancora fortemente legato alla società, dove ha trascorso 10 anni appunto come dirigente. Memorizzate bene il nome perché Capobianco è la prima gola profonda di calciopoli. In un’intervista rilasciata a La Repubblica sostiene di essere a conoscenza di molti retroscena che riguardano la gestione truffaldina di Moggi e Giraudo e prossimamente è disposto a fare i nomi di alcuni arbitri e giornalisti al soldo della Juve: “Tutto quello che diro’ – afferma – e’ documentato e dimostrabile. Beni facilmente monetizzabili venivano consegnati per il tramite di societa’ terze a soggetti terzi. Terzi legati agli arbitri da rapporti di parentela. I fatti risalgono agli inizi della gestione Giraudo-Moggi nell’anno ’95. Chi sono questi arbitri? Questo non ho intenzione di dirlo, al momento. I beni? 20-25 milioni di lire, per ogni ‘gratificazione’.”A chi gli chiede perché ha deciso di parlare solo adesso ripete che ancora i tempi non erano maturi, oggi lo sono, anche se ancora non fa i nomi dei 4 arbitri che venivano come dire… “ammorbiditi” attraverso dei regali pregiati erogati grazie ad una società terza, Della Semana srl, voluta fortemente da Giraudo. Tale società nonostante calciopoli è ancora attivamente operativa e partecipata dalla Juve per il 30 per cento. Attraverso la Semana, Moggi e Giraudo, in violazione della legge Pisanu, finanziavano indirettamente le curve. Nei bilanci ci sono fatture da decine di migliaia di euro a gara per l’acquisto di coreografie, striscioni e quant’altro. Che mi risulti Semana e’ sempre operativa, Giraudo ha ancora il 2 per cento della Juve e questo fa di lui uno degli maggiori azionisti bianconeri. C’e’ ancora Bettega, e’ consulente: io me lo ricordo Bettega in societa’, partecipava a tutte le riunioni con Moggi e Giraudo. A quanto pare l’ex dirigente è a conoscenza di molti retroscena mai considerati né dalla giustizia sportiva, né tantomeno da quella ordinaria. L’ufficio indagini della Federcalcio ha fatto sapere che ha aperto un’inchiesta, staremo a vedere. Quello che si augurano gli sportivi italiani è che finalmente sia fatta giustizia vera, non si capisce perché il Genoa per aver falsato una partita sia finita in C e la Juve che ha falsato interi campionati abbia potuto usufruire di molti sconti di pena. L’intervista integrala la trovate cliccando questo [link]

Potrebbero interessarti anche...

23 Risposte

  1. Liborio Butera ha detto:

    in genere i deliri non trovano spazio su questa piattaforma, che è ben diverso dal cancellare i commenti che non ci garbano. Visto che ti qualifichi come un avvocato dovresti essere pratico di questioni legali, dunque vai a contestare la Procura di Napoli e non chi riporta le notizie, non ci va la laurea per capirlo.

  2. Fran ha detto:

    Tra pochi giorni i reati dell’ Inter(cettazioni) andranno in prescrizione e nessuno ne parla. Questi sono i giornalisti “indipendenti”. Scrivono ingigantendo le butades di qualche ex dirigente defenestrato e in cerca di vendetta a qualsiasi costo e letteralmente nascondono quelle notizie che tutti vorremmo sentire. Che fine ha fatto l’ inchiesta contro le intercettazioni e i falsi della squadra di Moratti? E perchè non dovremmo credere a quegli arbitri che continuano a dire che tutte le squadre erano coinvolte? Vogliamo mandare la Juve in C2? Mandiamola ma in compagnia, Inter in primis e poi tutte le altre che la “giustizia” di Rossi(interista) e Borrelli (che conosciamo bene) si ostina a non voler giudicare

  3. fred ha detto:

    il sig capobianco mi risulta mangiasse con i soldi delle ruberie juventus ed ora perche a un contenzioso con la societa’ fa l’infame

  4. Liborio Butera ha detto:

    @Fran: non capisco perchè davanti ad un dato oggettivo che riguarda un ex dirigente della Juve tiri in ballo l’Inter. se quest’ultima ha sbagliato o sbaglierà in futuro è giusto che paghi, non vedo il problema. Evitiamo di delirare perchè non fa bene al calcio.

  5. andrea ha detto:

    come mai non avete scritto che il sig. Capobianco ha anche dichiarato che un giocatore juventino era stato trovato positivo alla cannabis dalla Uefa e che tutto venne insabbiato dalla figc?

  6. Carlo Zaccaria ha detto:

    Decisamente inquietanti le dichiarazioni di Capobianco. Se confermate rendono ancora più clamoroso il comportamento di alcuni dirigenti in questi ultimi anni. A rimetterci è come sempre solo il calcio italiano.

  7. watch ha detto:

    Scusi, Lei è un avvocato e non sa nemmeno distinguere tra il commissario straordinario FIGC e la giustizia sportiva? Già che c’è, mi dica…Ruperto l’ha messo Guido Rossi, ma Sandulli chi ce l’ha messo? E’ gradita una risposta…

  8. Pietro ha detto:

    E fin quì facendo qualche sforzo non indifferente potremmo essere d’accordo, ma nell’attacco che rivolgi all’Inter mi sembra di leggere una difesa ad oltranza alle malefatte decennali della dirigenza juventina, e quì d’acordo non lo siamo affatto.

    Poi, ma si capisce senza bisogno di fare delle specifiche al riguardo, se l’Inter fosse stata così potente in passato come ce lo spieghi che è stata sempre penalizzata dagli errori arbitrali? Misteri…

    Ribadisco: per i passaporti falsi Recoba è stato squalificato quasi per una stagione, queste erano le pene stabilite dalla Federcalcio, se invece si poteva condannare alla fucilazione adesso sarebbe sicuramente morto, caro avvocato.

  9. CLAUDIO ha detto:

    Vorrei rivolgermi ai tifosi juventini veri, perchè continuate ad accusare l’Inter dei vs. problemi, mi sembrate come in epoca tangentopoli quando il partito Socialista accusava i comunisti delle loro disavventure giudiziarie. E’ evidente che l’Inter abbia avuto benefici da questa storia, ma la colpa di quanto e’ accaduto e’ di alcuni dirigenti della Juve che facevano quello che tutti i tifosi juventini compresi sapevano, ma che non c’erano prove. Ora le prove ci sono e l’evidenza è dimostrata e anzichè arrabbiarvi con la vecchia dirigenza, che fate ve la prendete con le altre squadre che a vs. avviso dovevano continuare a subire le continue malefatte di questo club.Voglio inoltre farvi presente che quest’anno la Roma senza le penalizzazioni non sarebbe andata in Champion league e che al Milan è stata data una penalizzazione concordata che lo vedeva in Coppa dai preliminari. Inoltre tirare in ballo l’inter per la storia dei passaporti falsi e’ il solo modo puerile per difendersi da accuse gravi. La sola colpa dell’Inter è quello di aver fatto giocare un calciatore che acquisto per comunitario e che invece non era, inftti il giocatore dovette regolarizzare la sua questione con la questura e venne squalificato per un anno, l’Inter era all’oscuro anche perchè i contratti vengono depositati in lega per essere regolarizzati, perchè la lega autorizzo l’acquisto? Cosa ben diversa andò alla Roma per Balbo’ e Fonseca se non ricordo male Sensi venne indagato dalla magistratura evidentemente c’era la responsabilità diretta del Club. A questo punto è ora di cambiare e di vedere le cose in modo più sereno perchè se no’ tireremo in ballo il gol annullato a Turone.

  10. ing. roby ha detto:

    mi scusi signor avvocato,
    lei scrive qualche articolo su tutto sport?
    lo sa che Buffon andrà all’Inter?
    lo sa che l’anno prossimo la juve non farà le coppe?

  11. watch ha detto:

    vedo che l’avvocato (a cui non volevo dare lezioni di diritto ma di obiettività di giudizio) non mi ha risposto. ripeto la domanda: rossi era un giudice sportivo? chi aveva messo sandulli alla corte federale? vediamo se stavolta mi risponde, non c’è bisogno di un papiro per farlo

  12. Liborio Butera ha detto:

    “Quanto ci scommettiamo che dopo il buon DI PIETRO ci troviamo candidati altri magisstrati di Calciopoli?”

    avvocato, mi consenta, vorrebbe per caso insinuare che il tutto è una macchinazione politica contro la squadra di proprietà degli Agnelli? A quale pro e poi chi sarebbe poi l’uomo nero? Forse il governo? Quel governo di aria centro-sinistra sempre pronto ad aiutare la FIAT in tempi di bisogno? Su, avvocato, smettiamola con questo vittimismo, perchè io per delirio intendo proprio questo.
    Se sei un tifoso di calcio e uno sportivo, non difendere l’indifendibile e guarda in faccia la realtà, che purtroppo ha fatto solo del male al nostro calcio.

    cordialmente

  13. Ezio b. ha detto:

    Quante puttanate tra i commenti cari amici. L’uomo di legge sembra più da cabaret che non da aule giudiziarie. ignorare la gravità delle azioni attribuite a parte della dirigenza bianconera denota assenza di razio. Consiglio a tanti di dedicarsi al lavoro manuale invece di sprecare tempo in chiacchere prive di senso.

  14. PAOLO ha detto:

    FINALMENTE TUTTI SANNO’ COME HA PERSOI LO SCUDETTO DEL PRIMO ANNO DI RONALDO L’INTER
    VISTO CHE LA GIUVE HA INTRALLAZZI DAL 95
    RIVOGLIAMO QUELLO SCUDETTO

  15. andy ha detto:

    Ciao Libò, come sempre i tuoi post sono interessanti e precisi. Sono solo i gobbi che continuano a rosicare nonostante le malefatte del passato.

  16. Tommaso Farina ha detto:

    Mi sembra che la Juventus, con il suo ottimo campionato in serie B, possa mettere a tacere vincendo sul campo le maldicenze. Fortunatamente la giustizia ordinaria non è quella sportiva, ove chiunque è colpevole fino a prova contraria. Ma in Italia, si sa, da un po’ di tempo c’è un po’ troppa voglia di giustizia sommaria. E ne approfitto nuovamente per spezzare una lancia nei confronti di Luciano Moggi, persona perbene.

  17. watch ha detto:

    comunque per watch e l’insulso ezio b. dico solo che la mia professionalità e fuori discussione

    non l’ho messo in dubbio, infatto io metto in dubbio la tua obiettività, mica la professionalità, quella l’hai tirata in ballo tu dicendo, con grande umiltà, che non ho niente da insegnarti.

    adesso però rispondi una volta per tutte: CHI HA NOMINATO SANDULLI?

  18. Carlo Zaccaria ha detto:

    Hai ragione Tommaso, in Italia c’è troppa voglia di giustizia sommaria e chiunque è colpevole fino a prova contraria. Credo anch’io che Moggi sia una persona per bene, il suo problema è che probabilmente si è fatto prendere un po’ troppo la mano dal sistema. Ultimamente, sempre riferito alla nostra Italia, nei confronti di chi sbaglia, commette errori oppure cede a debolezze tipo denaro, donne, ecc., si scatenano contro offensive cariche di odio e di voglia di rivalsa. E’ un sistema socialmente sbagliato.

  19. AVV. LAMASTRA ha detto:

    Il caro Prof. Sandulli che di certo non ricuso per la sua acclarata lazialità, in camera di consiglio di certo avrà fatto il suo dovere, ma ovviamente non poteva andare contro i poteri forti dello Stato che lo hanno voluto in commissione. La CAF con Ruperto, il caso De Lise, l’unico che ha avuto il coraggio di dimettersi, e il fatto a mio modesto giudizio gravissimo delle dimissioni di tutti i magistrati “togati” che componevano figc e caf ha reso senza dubbio meno tutelato chi doveva difendersi.
    Un magistrato di lunga carriera lascia ampie garanzie rispetto a chi (governo, ministro e figc) viene nominato a gestire il primo maxi processo nel mondo del calcio. Con risultati lesivi del diritto di difesa.
    Ripeto, sbagli anche quando dici che non sono obirttivo. Io non sto dalla parte di chi, pur juventino, ha postato prima di me (TOMASO FARINA) dicendo che Moggi è una persona per bene!
    Questo mai, perchè provo una profonda vergogna e amarezza dell’immagine devastata della juve da queste persone, compreso Giraudo. A quel punto se Moggi è una persona per bene creiamo una nuova TRIADE che ci guidi. BRUSCA, RIINA E PROVENZANO. Sono amareggiato, da uomo di sport, da tifoso e giuridicamente da come siano andate le cose. Una farsa mediatica. Forse si poteva avere una penalizzazione maggiore ma dovevamo essere giudicati da veri magistrati, non da commissioni che venivano formate dalla sera alla mattina.

  20. Ezio b. ha detto:

    Si dia al cabaret, mi creda, lasci perdere il calcio.

  21. Gianni ha detto:

    AVV. Lamastra,

    Vede e la prima volta e certamente l’ultima che scrivero su questo blog-forum o non so che cosa sia. Chiedo scusa in anticipo a chi mi leggerà, ma non ho studiato in italiano, vivo all’estero, dunque il mio modo di scrivere non sarà certamente all’altezza di un avvocato. Di certo, per quel che ne so io, ( e ne so di cose, si rassicuri Avv, Lamastra )dopo l’archiviazione del processo al doping per i motivi che lei dovrebbe conoscere, dopo la mini condanna ad un certo Edgard Davids, tra l’altro inflitta durante la pausa estiva, guarda caso…… dopo naturalmente la condanna di calciopoli 1 riguardante i misfatti del campionato 2004-2005, sapendo che per di più un inchiesta sul doping amministrativo e in corso, che devono arrivare al termine le inchieste di calciopoli 2, ed iniziare quelle di calciopoli 3,4,5,6….. LEI, AVV. Lamestra, si permette di voler insabbiare il tutto puntando il dito sui malefatti di altre due società. Io ladro ?? Ma va là, che han rubato anche loro. Vede AVV. Lamestra questo e l’atteggiamento che piu mi da ribrezzo, anzi mi fà proprio schifo, da vomito. Evidentemente a furia di arrampicarsi agli specchi lei non puo piu rispechiarsi in essi, perche ne sono certo, la nausea la contaminerebbe certamente.
    Allora mi consenta, Avvocato, ma vada a Lamestersela in quel posto.
    E poi dicono che ce l’abbiamo contro i gobbi……..

  22. Cuore Nerazzurro ha detto:

    La storia juventina è oscura, ad iniziare da quando fu retrocessa per la prima volta e in b ci fini un’altra squadra al suo posto. Negli ultimi anni contava solo vincere, con qualsiasi mezzo, tanto il fine lo giustificava.
    Seguendo il calcio italiano abbiamo compreso quanto sia importante il potere per vincere i campionati.
    Tifare per una scuadra scorretta o per un atleta dopato non so che tipo di soddisfazioni possa dare.
    Le pene inflitte allle squadre coinvolte in calciopoli sono state di entità trascurabile. Ad un’imprenditore per illeciti così gravi sarebbero state inflitte pene ben più dure.

  23. Tommaso Farina ha detto:

    Esattamente Carlo, hai centrato completamente quel che intendevo dire.