Donne. Concepimento a trent’anni più difficile

Dopo gli enta le donne hanno maggiori difficoltà a concepire un bimbo. Lo hanno detto i ricercatori della University of St Andrews and Edinburgh University (Gran Bretagna), pubblicando uno studio su PlosOne. La novità sta nel fatto che si tratta della prima indagine basata sul monitoraggio della produzione di ovuli dal concepimento alla menopausa su donne di diverse fascia di età.

La fertilità è minata da uno stile di vita sempre più frenetico, con l’aggiunta di fumo e alcool.

A trent’anni le cose cambiano notevolmente. Se alla nascita la quantità di ovuli arriva a 300 mila, il 95% di loro diminuisce al 12 % dai 30 anni in poi per arrivare ai 40 anni addirittura al 3 %.

Purtroppo la vita che conduciamo, sempre più frenetica e piena di difficoltà in ogni campo, non fa che ostacolare il desiderio di una donna di metter sù famiglia. Se si pensa alla disoccupazione, alla precarietà di un posto di lavoro, ai prezzi salatissimi di affitto e beni di prima necessità, ci si rende conto perché i figli arrivano sempre più tardi.


Potrebbero interessarti anche...