Coordinamento RSU – Resoconto della riunione del 22 novembre 2010

Il Coordinamento RSUNOGELMINI si è riunito il 22 novembre 2010, alle 16.30 a Palazzo Nuovo. Due i punti affrontati:
a) la costruzione del dossier che dimostri, fatti alla mano, quanto gravi siano i guasti nelle scuole a causa della “riforma” Gelmini;
b) il progetto “sperimentale” di “valutazione del merito” che Gelmini vorrebbe avviare su venti scuole della nostra città.

Rispetto al primo punto all’o.d. g. prosegue la raccolta di informazioni dalle scuole che ci proponiamo di chiudere al più presto e comunque prima delle vacanze di natale. Invitiamo tutti coloro che hanno notizie utili alla costruzione del dossier ad inviare all’indirizzo mail del Coordinamento la loro segnalazione. Ricordiamo che tra i casi più comuni da segnalare rientrano la raccolta di dati sulle entrate posticipate e uscite anticipate legate all’assenza degli insegnanti, la segnalazione di casi di classi inadeguate rispetto alla capienza delle aule, o di disagi individuali derivanti dalla contrazione dei quadri orario etc.

Il secondo punto all’o.d.g. sarà destinato ad impegnarci nelle prossime settimane, quando conosceremo le intenzioni precise del Ministro (per ora possiamo far riferimento al documento – scaricabile dal nostro sito web -, documento di offensiva genericità e che conferma che siamo governati da una banda di cialtroni). Sebbene ridicola, questa “sperimentazione” non va però sottovalutata. La “meritocrazia” non affascina soltanto il centro-destra – basti l’esempio del Comune di Torino (ipoteticamente di centro-sinistra) che, sotto la spinta del city-manager Vaciago e di accordi con i sindacati “maggiormente rappresentativi”, pratica da anni valutazioni del personale in forme del tutto discutibili.

Per ora il Coordinamento, pur comprendendo che la valutazione del personale è un punto delicato, che crea anche contrapposizioni tra i lavoratori della scuola, valuta l’operazione del ministro non solo come l’ultimo atto della “politica dell’annuncio”, prassi in cui il governo Berlusconi eccelle, ma anche come il chiaro tentativo di spostare l’asse della discussione dai disastri della “riforma”, dalle proteste degli studenti e dei lavoratori nelle scuole e nelle università (vedi proprio a Torino in queste ultimi giorni) a dispersivi dibattiti sulla valutazione.

Dobbiamo smontare questa operazione di propaganda ed unire i Collegi Docenti affinché respingano la “sperimentazione”. E’ necessario, per questo il massimo sforzo per far circolare l’informazione, in modo da raggiungere quante più scuole possibile.

Infine il Coordinamento si farà promotore di un’assemblea cittadina da svolgersi, in orario serale, entro la prima metà del mese di dicembre e che raccolga tutti coloro che, singoli o associazioni di diversa natura, abbiano a cuore le sorti della scuola pubblica.

Si stabilisce inoltre di inviare agli organi di informazione un comunicato stampa che dia voce alla protesta contro il progetto di valutazione dei docenti e ribadisca lo stato di mobilitazione nelle scuole, in particolare rispetto al blocco dei viaggi di istruzione, chiarendo quanto si ritenga offensiva la “donazione” di 150 euro per classe che Cota intende fare per favorire il turismo scolastico entro i confini regionali.

PROSSIMA RIUNIONE DEL COORDINAMENTO

GIOVEDI’ 2 dicembre h 16,30

presso il Liceo Classico d’Azeglio,

via Parini 8 – Torino

Grazie per l’attenzione e buon lavoro a tutti

Potrebbero interessarti anche...