Scuola e Pubblico Impiego – Sciopero generale il 28 gennaio

APPUNTAMENTO VENERDI 28 GENNAIO ORE 9.30 PORTA VENEZIA, MILANO

IL 28 GENNAIO COSTRUIAMO LA MOBILITAZIONE GENERALE ANCHE DELLA SCUOLA, INSIEME AI METALMECCANICI

Abbiamo chiuso l’anno con mesi di mobilitazione straordinaria e senza precedenti del popolo della scuola, studenti medi ed universitari in prima fila. Non appena approvata la contro-riforma Gelmini, sui muri delle scuole le V di vergogna si sono alternate alle V di vendetta. Scuola, questione giovanile, disoccupazione e precariato, furto del futuro sono diventate tema e questione sociale ormai stabilmente presente tra la popolazione, nonostante i tentativi di trasformarla in problema di ordine pubblico. Le lotte degli studenti hanno trovato un consenso crescente non solo tra gli insegnanti, ma anche nella società civile e tra gli immigrati con cui si è condivisa più di una lotta: gli applausi ai cortei studenteschi nei quartieri popolari a forte presenza migratoria sono un segnale di un fronte di alleanza che si sta pian piano saldando.

Ma il fronte di lotta più decisivo per il prossimo futuro è quello aperto dai metalmeccanici della Fiom o, a dir si voglia, dall’offensiva padronale capeggiata dalla Fiat; offensiva che mette in gioco i diritti nel luogo principe della società: la fabbrica. E qui ci si richiama alla precedente mobilitazione comune, operai e scuola, a Roma il 16 novembre scorso a simboleggiare una alleanza anch’essa in via di saldatura. Perchè l’attacco ai beni comuni è un fatto evidente: non è un caso che il 23 dicembre sia stata firmata la Legge Gelmini e, in contemporanea, l’accordo anti-lavoratori della Fiat Mirafiori, che entrambi i fatti si contendessero il titolo di prima pagina sui giornali; quel giorno la Gelmini annunciava “Abbiamo chiuso col ’68” e Marchionne contemporaneamente annunciava “Abbiamo chiuso un ciclo di quarant’anni” (di lotte operaie per i diritti).

Queste sono le poste in gioco e per questo la scuola deve partecipare in forza alla mobilitazione del 28 gennaio, unendosi ai cortei dei metalmeccanici; il popolo della scuola e gli studenti non mancheranno a questo appuntamento per un “buon anno” di lotta; che anche le rappresentanze sindacali di base nella scuola si dichiarino e premano per lo sciopero generale e per la partecipazione a questo sciopero.

Scarica il Manifesto e mettilo nella bacheca sindacale nella tua scuola [LINK]


Potrebbero interessarti anche...