Supplenti fino a 70 anni? Si Può!

La notizia la riporta la Tecnica della Scuola e riguarda il parere del Consiglio di Stato che accogliendo il ricorso di una docente che aveva chiesto il reinserimento nella graduatoria provinciale di Roma dopo che lo stesso Usp l’aveva esclusa a seguito del compimento del suo 65esimo anno di età: le norme sul collocamento a riposo d’ufficio vanno intese applicabili al solo personale di ruolo. A questo punto è lecito pensare che un docente o un Ata precario non di ruolo possono continuare ad accettare contratti di supplenza fino al compimento del 70esimo anno di età. La pronuncia è arrivata in questi giorni, con la decisione n. 764/2011, attraverso la quale si sottolinea che “è proprio il trattamento “deteriore, – spiegano i giudici – sotto vari altri profili dello status degli insegnanti non di ruolo, in quanto caratterizzato dalla discontinuità e dalla instabilità del rapporto, che si riverberano anche nel relativo trattamento pensionistico, a far apparire non irragionevole che il legislatore abbia ritenuto, nel disciplinare lo stato giuridico del personale insegnante di ruolo di ruolo di non abrogare una disposizioni riequilibratrice che prevede per quello non di ruolo un più elevato limite d’età per il trattenimento in servizio”.

Qui il [LINK]che vi collega all’articolo de La Tecnica della Scuola


Potrebbero interessarti anche...