TFA – MIUR – Ecco il resoconto dell’incontro con i sindacati di ieri

Riportiamo anche noi il resoconto pubblicato dai cosiddetti sindacati trappresentativi che ieri si sono incontrati con i tecnici del ministero.

FLC CGIL L’orientamento dell’Amministrazione è quello di autorizzare un numero di posti che non si discosti eccessivamente da quelli preventivati anche se le pressioni sono molto forti.

UIL 5100 circa i posti messi bando per i corsi di laurea in scienza della formazione primaria, circa 600 in meno di quelli necessari per il primo anno a cui si aggiungono 800 resi vacanti dal mancato superamento delle prove di ammissione da parte dei candidati;

I grado
UIL
Nel primo grado partono sia le lauree magistrali abilitanti che i TFA in quanto le classi di concorso sono già state riordinate.
Sono 2490 circa i posti per le lauree abilitanti per le classi di concorso del primo grado, con alcune discrepanze tra domanda e offerta rispetto alla distribuzione e 4600 circa i posti per i TFA.
II grado

UIL Nel secondo grado l’offerta prevede l’avvio dei soli TFA, sulla base del vigente ordinamento, mentre i corsi di laurea magistrali abilitanti potranno partire solo dopo il riordino delle classi di concorso, per cui si prevede un iter ancora lungo con circa 6000 posti disponibili ogni anno, per il primo anno collocabili su circa trentacinque classi di concorso.

I crediti formativi

UIL Il MIUR ha mostrato attenzione al problema dell’acquisizione dei crediti formativi mancanti, dato il ritardo di emanazione dei bandi. La UIL ha chiesto una gestione chiara della proroga dei termini anche in vista di TFA che potranno essere attivati negli anni successivi al primo.

FLC CGIL

Occorre rivedere l’orientamento espresso nella nota 1065 del 29 aprile 2011 rispetto alla possibilità di maturare eventuali crediti mancanti solo entro l’ a.a. 2010/11. In effetti potendo accedere ai percorsi abilitanti con il solo TFA anche coloro che nell’a.a. 2010/11 erano iscritti al primo anno della laurea specialistica/magistrale e che pertanto acquisiranno la laurea specialistica/magistrale non prima dell’a.a. 2011/12, è incomprensibile che chi è già laureato non possa, anche in anni accademici successivi, maturare eventuali crediti mancanti.

Anche su questa questione l’orientamento dell’Amministrazione è stato quello di accogliere la richiesta, chiarendo definitivamente che gli eventuali crediti mancanti vadano acquisiti entro la data dei bandi per i TFA dei vari anni accademici e quindi anche per i prossimi anni.

Le classi di concorso

FGU Il Dott. Chiappetta ha espresso perplessità circa una approvazione delle nuove classi di concorso in tempi brevi. E´ presumibile che il provvedimento di riforma potrà avere luogo solamente tra un anno. Ciò significa che i prossimi TFA anche per l´anno accademico 2012-13 probabilmente saranno strutturati sulle attuali classi di concorso.

FLC CGIL Requisiti di accesso per l’insegnamento della lingua straniera nella scuola media

E’ necessario rivedere l’orientamento espresso nella nota 1065 del 29 aprile 2011 rispetto all’insegnamento della lingua straniera nella secondaria di I grado (come da nostra lettera sulla quale non abbiamo ancora ricevuto risposta). Nella fase transitoria del TFA va prevista l’abilitazione con la vecchia modalità: una sola lingua straniera. Se ciò non fosse si creerebbero notevoli disparità di trattamento tra docenti che stanno anche già lavorando nella scuola da anni.

L’Amministrazione, ed in particolare la Direzione generale per il personale, ha condiviso la richiesta in quanto gli insegnamenti delle lingue straniere nella scuola secondaria di I grado sono comunque distinti nelle fasi di costituzione degli organici e dovrebbe fornire un chiarimento in tal senso, anche ai fini di una corretta definizione del piano dell’offerta formativa delle Università.

FGU I dati prefigurati dalle università sono evidentemente non corretti poiché fanno riferimento alle nuove classi di concorso che in questa fase non sono ancora oggetto di provvedimento di modifica. In particolare si è messo in rilievo la contraddizione nella secondaria di primo grado tra i TFA offerti dalle università su due lingue comunitarie di cui una inglese e la persistenza delle vecchie classi di concorso che le dividono per lingua.

Si è confermato in ogni caso che il passaggio dei TFA del prossimo anno avrà gli stessi effetti concernenti le attuali abilitazioni (ad es. il passaggio con abilitazione nella A050 ha automaticamente estensione per la A043). I successivi TFA invece dovranno avere come oggetto le singole specifiche abilitazioni non estensibili.

Il Dott. Chiappetta ha espresso perplessità circa una approvazione delle nuove classi di concorso in tempi brevi. E´ presumibile che il provvedimento di riforma potrà avere luogo solamente tra un anno. Ciò significa che i prossimi TFA anche per l´anno accademico 2012-13 probabilmente saranno strutturati sulle attuali classi di concorso.

Attivazione corsi per diplomati scuola di infanzia e primaria

FLC CGIL L’ipotesi scaturita dalla discussione è stata quella di utilizzare i 1.400 posti non attivati rispetto al fabbisogno per la laurea in Scienze della formazione primaria per il percorso abbreviato, anche se l’eventuale attivazione resta discrezionale da parte delle singole Università.

Attivazione corsi di sostegno e CLIL

FLC CGIL Non si hanno ancora notizie precise sui corsi di Sostegno e sul CLIL i cui decreti sono stati inviati alla Corte dei Conti per la registrazione.

Il costo del TFA

FGU In particolare la rappresentante delle Università, a domanda circa i costi dei TFA a carico dei partecipanti, ha espresso informalmente la necessità da parte delle università di avere quote di pagamento per la partecipazione che consentano l´avvio dei corsi (di fatto non ci sono al momento tetti massimi di costi per i partecipanti).

FLC CGIL E’ necessario, per evitare costi spropositati, che la contribuzione studentesca per la frequenza del TFA, del percorso per la specializzazione nel sostegno, dei corsi di perfezionamento CLIL e del corso annuale per i “maestri”, rientrino nel calcolo del 20% dell’importo del finanziamento ordinario annuale dello Stato previsto dall’art. 5 comma 1 del DPR 306/97. o che siano definiti tetti nazionali.

Non essendo presente il Direttore Generale dell’Università, l’argomento è stato rinviato al prossimo incontro.

Di cosa si parlerà nella riunione della prossima settimana?

FGU nella riunione della prossima settimana dovranno essere comunicate alle OO.SS. le effettive disponibilità per classi di concorso (vecchie) sul territorio nazionale, con la possibilità che i TFA per molte delle classi di concorso (quelle meno rilevanti dal punti di vista numerico), non siano attivati.

via OrizzonteScuola

Potrebbero interessarti anche...