Riapertura delle graduatorie ad esaurimento 2012 e trasformazione in parmanenti?

La riapertura delle graduatorie ad esaurimento – come era prevedibile – sta facendo discutere sia i precari divisi in fazioni, ma anche chi la scuola la “studia” o ne scrive. Tuttoscuola.com, ad esempio, parla addiriuttura di “De profundis per le graduatorie ad esaurimento“, ipotizzando addirittura il ritorno delle vecchie graduatorie permanenti. Insomma un po’ come noi che avevamo commentato la notizia come un ritorno al passato (leggi il post).

La testata giornalistica poi riprende la storia delle graduatorie ad esaurimento (GaE), evidenziando che in realtà sono state più volte riaperte: “nate con la Finanziaria 2007 del governo Prodi-Fioroni per chiudere una volta per tutte l’annoso problema del precariato della scuola. Ma nel 2008 – si legge nell’articolo – “in sede di conversione del decreto legge sul maestro unico, il Parlamento aveva inserito un emendamento che riapriva le GaE a talune categorie di docenti abilitati o abilitandi per un ulteriore anno accademico”. Anche questa estate ci fu un tentativo di riapertura andato poi a vuoto, mentre governo nuovo aria nuova ecco che ne approfitta l’on. Russo e con un emendamento le fa riaprire per 23mila precari.

Tuttoscuola.com, infine, si lascia andare in un interrogativo: “Come si potrà respingere tra due-tre anni i nuovi abilitandi che già frequentano i corsi universitari”?

Potrebbero interessarti anche...