Rassegna stampa – Attentato di Brindisi, nuove classi di concorso, TFA e TFA Speciale, le ultime sulla riconversione sul sostegno

Questa non sarà la solita rassegna stampa ricca di notizie come le scorse edizioni, sarà invece quasi essenziale. I fatti di Brindisi ci hanno scosso, quello che dovrebbe essere il luogo più sicuro per i nostri ragazzi di colpo è divenuto luogo di terrore e di violenza. Il silenzio da parte di A Ruota Libera in rispetto di quanto accaduto poteva essere la risposta, forse la soluzione migliore, ma proprio nel rispetto di Melissa dobbiamo continuare a lottare per la nostra idea di Scuola. Una Scuola che abbia i mezzi per formare le future generazioni, una Scuola che educhi alla legalità che sappia emarginare i violenti e che ritorni ad essere il luogo sicuro di sempre.

Iniziamo con la lettera che il ministro dell’Istruzione ha inviato agli studenti dopo i fatti di Brindisi [http://lascuolaonline.blogspot.it/2012/05/brindisi-il-ministro-profumo-scrive.html].

Manca ormai circa un mese all’Esame di Stato, ecco dunque tutte le indicazioni necessarie [http://lascuolaonline.blogspot.it/2012/05/esami-di-stato-ecco-tutte-le.html]

Incontro sindacati MIUR sui TFA e TFA Speciali, il resoconto [http://www.liboriobutera.com/2012/05/15/tfa-e-tfa-speciale-ecco-cosa-e-emerso-dallincontro-di-ieri-al-miur/]
Importante invece è la nuova bozza delle classi di concorso che presentano diverse novità rispetto alle precedenti versioni [http://www.liboriobutera.com/2012/05/18/nuove-classi-di-concorso-scarica-il-regolamento-e-gli-allegati/]. A proposito della revisione ricordiamo che mancano appena sei mesi [http://lascuolaonline.blogspot.it/2012/05/solo-sei-mesi-per-rifare-le-classi-di.html]

Riportiamo anche il file reso noto dal MIUR che mette in evidenza le richieste di pensionamento pervenute attraverso Istanze on Line [http://www.liboriobutera.com/2012/05/17/scuola-e-pensionamenti-ecco-le-richieste-di-cessazione-per-lanno-scolastico-201213/]

Infine concludiamo con l’ultima nota emanata dal MIUR che chiarisce definitivamente chi potrà partecipare ai corsi di riconversione sul sostegno. Ne approfittiamo anche per ricordare che su questa delicata vicenda si sta facendo molta demagogia e tante inutili polemiche.
Per la prima volta, dopo anni, lo Stato ha deciso di investire risorse per riqualificare il personale in servizio ma soprannumerario. Chi di scuola capisce sa bene che nella domanda di utilizzazione rivolta al personale in esubero si può scegliere l’utilizzazione sul sostegno. Adesso almeno lo potranno fare dopo aver seguito un serio corso di specializzazione, dunque non più – come peraltro abbiamo scritto più di un mese fa – insegnanti allo sbaraglio, ma personale riqualificato. Occorrerebbe festeggiare anzichè fare demagogia, ma il nostro è uno strano Paese.

[http://www.liboriobutera.com/2012/05/18/riconversione-sul-sostegno-emanata-una-nuova-nota-che-conferma-la-nostra-interpretazione/]

Potrebbero interessarti anche...