Discriminazioni economiche

Spesso ricevo mail di denuncia e di sfogo inviate da liberi cittadini o da alcune categorie di lavoratori. Oggi mi ha scritto Nicola, collaboratore scolastico in servizio presso una scuola del crotonese. Nicola denuncia alcune discriminazioni economiche, in seguito trovate la lettera.


Sono un collaboratore scolastico in servizio all’ist. comprens. Crucoli (KR).
Scrivo per commentare la nostra incresciosa vicenda. I nostri Sindacati hanno a mio avviso il 99% delle colpe. hanno barattato il nostro passaggio con qualche altra cosa che al momento stava a loro più a cuore e che probabilmente non avrebbero risolto in tempi brevi. Non vedo altre ragioni per avere potuto accettare un accordo che se definisco capestre è veramente molto poco.
Il decreto relativo al nostro passaggio recitava chiaramente che nulla avremmo perso in termini giuridici ed economici.
Solo nel nostro amato paese esistono queste gravissime ingiustizie: due lavoratori con la stessa anzianità di servizio; lo stesso livello; le stesse mansioni; lo stesso datore di lavoro; HANNO TRATTAMENTI ECONOMICI E GIURDICI DIVERSI. Non meravigliatevi anche se ciò è molto grave perchè ci sono altri avvenimenti ancora molto più gravi che accadono in Italia.
Nell’eventualità che questo mio commento venga letto da qualcuno preposto alla soluzione di questo problema lo prego vivamente che faccia PRESTO. Nell’eventualità invece che venga letto da qualcuno appartenente a qualche comitato o organizzazione qualsiasi relativo alla nostra problematica lo prego di contattarmi. E’ GIUNTA L’ORA CHE CI ORGANIZZIAMO PER UNA LOTTA DEMOCRATICA DURA E INCISIVA IDONEA ALLA SOLUZIONE DELLA NOSTRA INGIUSTIZIA.

 

SALUTI NICOLA [nicolamisiti(@)libero.it]

Potrebbero interessarti anche...