Si può morire di “balconing”? C’è chi ci prova gusto…

Se trovate ironico certi neologismi o cose del tipo “la ragazza vassoio” (cioè la cameriera), sarà invece orripilante sentir parlare del “balconing”. Un termine coniato fresco come l’ovetto di giornata ma che ha ben poco di simpatico. E’ la nuova moda dei giovani in vacanza, che si buttano dai balconi per il gusto di non so che cosa. Fenonemo già noto a Ibiza e Maiorca, il “balconing” è dilagato quest’estate come fosse un happy hour al gusto di cocomero vestito col sombrero. Fa rabbrividire e ci si chiede il perché di tanta spavalderia. Soprattutto quando si gioca con il bene più prezioso, cioè la vita. C’è chi muore per una malattia, chi, al contrario, per il “balconing”.


Potrebbero interessarti anche...