Riordino delle classi di concorso – La lettera della prof .ssa Luciana Visaggio

Gent.mo Butera,

esprimo la viva preoccupazione mia di tutti i docenti della A031 che hanno insegnato per anni strumento musicale negli istituti magistrali,  nei confronti del riordino delle classi di concorso:

Purtroppo, nell’ultima revisione delle c.d.c. l’allegato E non viene neppure menzionato. Ricordo che la canalizzazione dei docenti di ruolo o presenti nelle GAE nelle future c.d.c. dipende da 2 requisiti:

1) Diploma di Conservatorio nello specifico strumento;

2) Aver maturato servizio nei Corsi sperimentali di Liceo Musicale nei percorsi di istruzione secondaria di 2° grado.

Mentre l’allegato E vale nella norma transitoria per le utilizzazioni e per le supplenze, la definizione delle nuove c.d.c. cambia le carte in tavola, escludendo,

apparentemente, il servizio prestato al di fuori di quella modalità.

Perchè nell’ultima stesura della bozza non viene considerato l’allegato E?

Cosa si intende per ‘Corsi sperimentali di Liceo Musicale ‘?

Faccio un esempio: la sperimentazione di ‘Liceo Musicale’ all’Istituto Don Milani di Acquaviva delle Fonti è iniziata nel 1999, per concludersi nel 2010, con il varo della riforma. Il sottocodice A-145 (c.d.c. A-45) include solo quei docenti che hanno effettuato il servizio negli anni comprensivi della sperimentazione?

Oppure: il Ministero intende per ‘Corsi Sperimentali’ quelli attualmente in vigore nei LM. In fondo, possiamo ammettere tutti che di ‘ordinamentale’ i Corsi attuali hanno ben poco:

1) manca la c.d.c di riferimento;

2) mancano i programmi ministeriali e le verifiche annuali;

3) non è stato completato un ciclo comprensivo della Maturità;

4) gli orari di insegnamento delle discipline variano a seconda delle convenzioni stipulate con i Conservatori.

La cosa più saggia sarebbe stata confermare i requisiti dell’allegato E. In esso erano chiaramente e giustamente contemplati anche i precari storici AO31 pluriabilitati, con esperienza, titoli e servizio specifico pluriennale (svolto anche su strumento musicale nelle sperimentazioni degli istituti magistrali), che aspettano ancora di vedere riconosciute le loro professionalità e di entrare a titolo definitivo nel mondo della scuola.

Contrariamente a quanto fatto nel precedente allegato E,  tutti i docenti della A031 che hanno insegnato per anni strumento musicale negli istituti magistrali e che attendevano con grande speranza di vedere finalmente riconosciuto il proprio servizio al fine del loro ingresso nei Licei Musicali sono tagliati fuori!!!

In questi giorni sto seguendo molto le discussioni su edumus: in tanti stanno parlando dei TFA speciali, a cui il consiglio di stato ha dato parere favorevole e che sono appoggiati anche da politici e sindacati.

Sono percorsi abilitanti particolari riservati a chi avesse maturato almeno 3 anni di docenza nella specifica materia:in sostanza, se non riconoscessero neppure stavolta il nostro servizio, saremmo nuovamente tagliati fuori.

A nome dell’intero corpo docente, chiedo pertanto alle SS.LL. delucidazioni in merito.

In attesa di cortese riscontro, ringrazio e porgo distinti saluti.

Prof .ssa Luciana Visaggio

Potrebbero interessarti anche...