Bertinotti risoluto: “Io non appartengo alla casta”

Fanno saltare su dalla sedia le affermazioni di Fausto Bertinotti, ex socialista (?) ex sindacalista della Cgil e adesso Presidente della Camera. Faustino si tira fuori dalla “casta”: «Non sento assolutamente di fare parte della casta». Lo ha detto ieri a Roma nel corso di un’intervista di Giovanni Minoli a «Liberafesta». E per dimostrarlo ricorda che ha iniziato la sua carriera politica nel sindacato «in una zona sperduta del Paese» e i mesi che trascorrevano senza stipendi. Al giornalista ha voluto raccontare un episodio per spiegare la difficoltà di quel periodo, poi ha ribadito nettamente: «No, non faccio parte della casta». L’ha quasi negata: «Ci sono dei privilegi che vanno abbattuti per poter difendere le prerogative del parlamentare della democrazia».  E noi con qualche sforzo possiamo anche credergli, però ci viene in mente l’operaio e l’impiegato costretti a vivere con meno di 1000 euro al mese e magari con 2 figli a carico e l’affitto da pagare. Chissà cosa pensano di Bertinotti, inoltre ci piacerebbe che fosse un precario qualunque a collocare o meno Bertinotti nella “casta” perché chi vive quei privilegi forse ha dimenticato i veri bisogni della gente e il suo racconto, la sua favola finita nel migliore dei modi,  più che altro ci sembra la favoletta da raccontare ai nipotini e non certamente a chi non riesce ad arrivare alla fine del mese.

Potrebbero interessarti anche...