Lettera ai genitori, versione definitiva – VOLETE DOCENTI SELEZIONATI E FORMATI IN SOLI QUATTRO MESI DI CORSO? FORSE DA QUEST’ANNO, MA NON SUBITO, A META’ ANNO I VOSTRI FIGLI SARANNO -S-TRAVOLTI DA UN TURN-OVER DI DOCENTI

Cari genitori e studenti, il nuovo anno scolastico sta per iniziare e in molte scuole stanno concludendo le chiamate dei docenti che seguiranno i vostri figli per tutto l’anno scolastico. Finalmente, dopo tre anni di “giri di valzer” a causa di nuovi inserimenti di docenti (che non erano previsti ma a causa di appoggi politici è stato permesso di inserire) quest’anno poteva (e si può ancora) partire IN PIENA CONTINUITA’ DIDATTICA. E invece cosa sta succedendo? Forse non sapete che il sistema di chiamata dei supplenti nella scuola italiana è a dir poco ingarbugliato. Graduatorie ad esaurimento suddivise in 4 fasce (docenti inseriti dagli anni ’90, vincitori di concorso anni 2000, abilitati SISS, abilitati corsi riservati, laureati in Scienze formazione Primaria) e poi graduatorie di Istituto dove ogni anno ben 40.000 docenti sono assunti con contratto a tempo determinato, senza stabilità benché in possesso di titoli di studio validi (specializzazioni, corsi e master di perfezionamento, ecdl, dottorati, etc.). Questi docenti per il loro datore di lavoro, lo Stato Italiano, sarebbero non abilitati a svolgere la professione… lo stesso Stato che convoca per supplire posti liberi (o perché in sedi disagiate o perché le graduatorie sono esaurite): un controsenso tutto italiano! Vi starete chiedendo se il professore di Latino che ha bocciato/promosso vostro figlio o la professoressa di Matematica che ha dato il debito a vostro figlio e poi l’ha bocciato/promosso poteva farlo, oppure se il professore di Topografia ha bocciato/promosso all’esame di maturità vostra figlia a questo punto poteva farlo? Domande a cui solo il nostro datore, IL MIUR, a questo punto può dare una risposta. C’era una soluzione, per non incorrere in migliaia e migliaia di ricorsi in cui il MIUR poteva risultare soccombente e mettere in ginocchio le casse statali: l’assunzione a tempo indeterminato, come per tutti i posti di lavoro della pubblica amministrazione. Invece il ministero si è inventato un corso abilitante per i docenti che abbiano maturato almeno tre anni scolastici INTERI di servizio benché una norma europea sancisca che il possesso di tre anni di servizio nella stessa mansione (DOCENTE) EQUIVALGONO AD ABILITAZIONE.

Nei giorni scorsi una lettera scritta da neoabilitati al TFA ordinario è stata diramata presso le Associazioni Genitori. Vi spieghiamo quindi cos’è davvero questo Tfa ordinario: è rivolto principalmente a personale laureato che non ha mai messo piede in classe! Questi neoabilitati rivendicano a titolo d’eccellenza l’aver affrontato delle prove di ingresso (quiz a risposta multipla), il cui 50% delle risposte è stato dato per buono. Ebbene, costoro stanno invitando le Università a non tenere i corsi riservati (Percorsi Abilitanti Riservati) a noi docenti. Dei futuri educatori dei vostri, dei nostri figli, stanno ostacolando chi a scuola ci lavora da anni semplicemente perchè non accettano una sana gavetta, naturale in tutti i posti di lavoro. In questi giorni le scuole stanno già provvedendo alle chiamate dei docenti annuali, attingendoli SECONDO LA LEGGE dalle GRADUATORIE DI ISTITUTO VALIDE FINO A QUEST’ANNO SCOLASTICO 2013-14 (l’aggiornamento per TUTTI infatti è previsto infatti per luglio 2014). Questi presunti futuri docenti rivendicano il diritto di essere chiamati scavalcando leggi dello stato appoggiati in Parlamento da deputati essi stessi Tieffini Ordinari (alla faccia dell’imparzialità) o da Deputati PARENTI, insomma la SOLITA ITALIETTA. Se anche VOI VOLETE FERMARE QUESTO SOPRUSO e VOLETE CHE IL 10 SETTEMBRE I VOSTRI FIGLI ABBIANO IN CLASSE TUTTI I DOCENTI DATECI UNA MANO:

CHIAMATE IL MIUR E COMUNICATE IL DISSENSO ALLA RIAPERTURA ANTICIPATA AD ANNO SCOLASTICO INIZIATO

Il Capo di Gabinetto LUIGI FIORENTINO Segreteria: telefono: (+39) 06 5849.2568 – 2700; Dirigente T.D. Responsabile Staff Capo di Gabinetto: Avv. Roberta ANGELINI telefono: (+39) 06 5849 2700-2568; Segreteria del Ministro: Capo Segreteria: Dott. Fabrizio VECCHI telefono: (+39) 06 5849 2074-2075; Segretario particolare: Dott. Marco BANI telefono: (+39) 06 5849 4330-4331 ; Ufficio di Gabinetto: Vice Capo di Gabinetto Vicario e Dirigente Generale presso gli Uffici di diretta collaborazione: Dott.ssa Sabrina BONO telefono: (+39) 06 5849 3731 – 3701 – 3757; Segreteria tecnica: Capo Segreteria tecnica: Prof. Fulvio ESPOSITO telefono: (+39) 06 5849 3600; Ufficio del Consigliere Diplomatico: Consigliere diplomatico: Ministro Plenipotenziario Gianluigi BENEDETTI telefono: (+39) 06 5849 2100; Ufficio legislativo: Capo Ufficio Legislativo: Prof. Bernardo Giorgio MATTARELLA telefono: (+39) 06 5849 2728 – 2353 ; Vice Capo Ufficio Legislativo: Dott.ssa Simona MONTESARCHIO telefono: (+39) 06 5849 3327; Dirigente: Dott. Paolo SCIASCIA Telefono: (+39) 06 5849 2353; Ufficio Stampa e Portavoce Capo Ufficio Stampa: in corso di nomina telefono: (+39) 06 5849 2104 – 2454; Portavoce del Ministro: Dott. ssa Chiara MUZZI telefono: (+39) 06 5849 2104 – 2454, SOTTOSEGRETARI DI STATO Sottosegretario Gianluca Galletti Capo Segreteria: Dott. Roberto OCCHIUTO telefono: (+39) 06 5849 3345 ; Segretario particolare: Dott.ssa Carolina SCIOMER telefono: (+39) 06 5849 3349 ; Sottosegretario Marco ROSSI DORIA Capo Segreteria: Dott. Paolo MAZZOLI telefono: (+39) 06 5849 2231 – 2023 – 2030; Segretario particolare: Dott.ssa Francesca DELLE VERGINI telefono: (+39) 06 5849 2030-2231 Sottosegretario Gabriele Toccafondi Capo Segreteria: Prof.ssa Maristella FORTUNATO telefono: (+39) 06 5849 2430 – 2001 – CAPO DIPARTIMENTO ISTRUZIONE: Dott. Luciano Chiappetta telefono: (+39) 06 5849 3733-3783-3800 fax: (+39) 06 5849 2087 e-mail: segr.dip.istruzione@istruzione.it;

MANDATE UNA MAIL ALL’UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO urp@istruzione.it CHIEDENDO IL RISPETTO DELLE NORME E DOCENTI IN CLASSE SUBITO;

COMUNICATE LA VOSTRA INTENZIONE A PROCEDERE AD UN EVENTUALE RICORSO PER LA BOCCIATURA DI VOSTRO FIGLIO CON TANTO DI RICHIESTA DANNI MORALI E MATERIALI, DI MANCATE CHANCE LAVORATIVE (MANCATO DIPLOMA) – SE IL PERSONALE DI TERZA FASCIA DI ISTITUTO NON E’ ABILITATO VUOL DIRE CHE TUTTE LE PROMOZIONI, BOCCIATURE, NOTE SUL REGISTRO, SOSPENSIONI, TITOLI RILASCIATI SONO TUTTI NULLI (qui si parla di titoli non validi dagli anni Cinquanta in quanto i docenti supplenti ci sono sempre stati).

COMUNICATE AL DIRIGENTE SCOLASTICO che per legge l’anno scolastico è iniziato e per il diritto allo studio vostro figlio HA DIRITTO ad avere i docenti in classe già dal primo giorno di scuola, ove le GAE (graduatorie ad esaurimento provinciali) siano esaurite o l’Ufficio scolastico provinciale abbia già finito le nomine di sua competenza, RICORDATEGLI che HA LA PIENA FACOLTA’ DI INTERPELLARE GLI INSEGNANTI ANNUALI DI VOSTRO FIGLIO senza indugio.

L’EVENTUALE BLOCCO VORREBBE DIRE NIENTE SUPPLENTI DI SOSTEGNO, I BIMBI CON BISOGNI SPECIALI SAREBBERO COSTRETTI A SUBIRE ULTERIORE DANNO CAMBIO DI 2 O 3 DOCENTI E SAPPIAMO TUTTI CHE E’ INACCETTABILE

MANDATE una semplice MAIL AL MINISTRO CARROZZA: carrozza_m@camera.it

GRAZIE A TUTTI PER LA COLLABORAZIONE, LA SCUOLA PUBBLICA E’ UN DIRITTO E UN VALORE INTOCCABILE!

MIDA PRECARI E GRUPPO FACEBOOK DOCENTI CHE ASPETTERANNO IL RISERVATO, Monica Graglia, Elisabetta Fiore

Potrebbero interessarti anche...

10 Risposte

  1. Sara ha detto:

    Questa è cattiva informazione. Un giornale, seppur online, che pubblichi falsità simili non merita tale appellativo.
    Chiedete ai futuri pas, quelli che insegnano ai vostri figli, quante possibilità hanno avuto per essere selezionati. Chiedetegli come mai hanno atteso una sanatoria per essere abilitati. Chiedete come mai visto che son state date per buone il 50% delle risposte del quiz, loro sono rimasti fuori. Chiedetegli come mai, nonostante gli anni passati a scuola, non hanno avuto la capacità di superare prove oggettive come un test scritto e orale. Chiedetegli come mai un test preselettivo che gli regalava un sacco punti per il solo fatto d’aver insegnato, non è servito a fargli superare tutto il concorso. Solo i punti di insegnamento gli avrebbero fatto scalare le classifiche, bastava facessero un punteggio minimo…e non son riusciti a far nemmeno quello!!!
    Volete questi docenti a scuola? NON SELEZIONATI? Chiedetevi come mai la minoranza dei tfa ordinari non vengono pubblicati…forse perché facciamo poca gola ai sindacati!
    I giornali dovrebbero dare l’informazione non CREARLA AD HOC!!

  2. Liborio Butera ha detto:

    Starei attenta a definire un “blog” in “giornale on line”.

  3. Sara ha detto:

    Rettifico. Pubblicare notizie false in un blog, significa diffamare. Va meglio?

  4. Liborio Butera ha detto:

    o dare visibilità a tutti anche a te di replicare 😉

  5. Micol ha detto:

    L’età media dei vincitori del concorso TFA È 37 anni! Oltre il 50% di loro infatti non sono neolaureati ma docenti che già insegnano da anni e anni nelle scuole, basta con queste notizie false!!

  6. Sara ha detto:

    Grazie per la possibilità di replica. Ma per equità, oltre ad una risposta, si dovrebbe dar visibilità ad un documento stilato dai tfa ordinari. Facciamo sentire entrambe le campane!

  7. Liborio Butera ha detto:

    Nella nostra casella di posta elettronica non abbiamo mai ricevuto nulla di ciò, solo una mail oggi che è già on line, perdonaci se diamo spazio a tutti, ma noi siamo fatti così 😀

  8. Sara ha detto:

    Perché chiedere scusa se dite di dare spazio a tutti? Mi aspetto,quindi, una pubblicazione qualora dovesse arrivarvi qualche documento dai tfa ordinari.

  9. Marta ha detto:

    Ci tengo a precisare che i partecipanti ai corsi TFA hanno sostenuto ben 3 prove di accesso, e che inoltre la maggior parte di loro poteva vantare ben più di tre anni di servizio. E in ogni caso è stato fatto un tirocinio in classe, che è stato valutato, e alla fine del percorso un regolare esame di abilitazione. La responsabilità della situazione è totalmente del MIUR, che avrebbe dovuto permettere ai neo abilitati TFA di aggiornare la propria pozione in tempo utile (gli esami di abilitazione sono stati a luglio) invece di temporeggiare e ritrovarsi a pochi giorni dall’inizio dell’anno scolastico, non certo colpa di chi ha sostenuto un percorso di selezione e formazione e vorrebbe giustamente utilizzare il titolo e le conoscenze acquisite.

  10. indignato ha detto:

    state alzando un polverone per nulla….in italia non ci sono posti….sareste disoccupati di seconda fascia…quei pochi posti liberi tra concorsone e abilitati presenti nella graduatoria ad esaurimento vengono assegnati e non rimane nulla ne’ per quei presunti geni del tfa ordinario ne’ per coloro che si abilitano coni pas…..dovremmo protestare tutti insieme contro la riforma gelmini che in due anni ha notevolmente diminuito le ore in tante classi di concorso con conseguente perdita di posti anche in seconda e terza fascia…..E’ solo una guerra tra poveri in un periodo in cui la disoccupazione aumenta e tanti vedono la seconda fascia come una possibile occupazione…..ma non e’ cosi….